Come organizzare il guardaroba

Consigli utili per avere in ordine la biancheria della casa.

Un guardaroba organizzato fa risparmiare tempo, spazio e denaro: tempo perché non si deve compiere uno sforzo di memoria per ricordare dove sono le cose, spazio perché l’ordine e la conseguente cernita dei capi fa sempre guadagnare ripiani utili, denaro perché si evita di comprare la terza camicia bianca sola perché le altre due sono finite chissà dove.

BIANCHERIA DI CASA

Tenete le tovaglie in sala da pranzo in modo che non si profumino. Lenzuola, coperte e asciugamani vanno tenuti, se possibile, in un armadio apposito, mentre le trapunte e i piumini portateli in cantina, solo se è molto asciutta, sul ripiano più alto dello scaffale e ben chiusi dentro le loro custodie assieme alle antitarme.

CAMICIE

Se non avete lo spazio per appenderle, mettetele nei cassetti, ben stirate e disposte in modo che i colletti siano liberi, cioè non schiacciati. Suddividetele in due cassetti: camicie estive e invernali.

MAGLIETTE E MAGLIONI

Suddividete le magliette in quattro gruppi: a manica corta, a manica lunga, pesanti, leggere; poiché l’armadio e i cassetti sono profondi in genere 60 cm, mettete davanti d’estate quelle leggere e a manica corta e dietro le altre, d’inverno invertite i posti. Naturalmente raggruppatele anche per colore.

Se avete maglioni e cardigan di cotone, disponeteli accanto alle magliette, in doppia fila, distinguendo fra e senza bottoni.

Suddividete anche i maglioni: leggeri, pesanti, golf chiusi, golf abbottonati; anche loro vanno messi in doppia fila: davanti ai leggeri e i golf abbottonati, dietro gli altri. La disposizione va bene sia per l’inverno sia per l’estate.

CAPI SPORTIVI

Felpe e tute possono essere piegate e messe sul fondo dell’armadio.

VESTITI DA SERA LUNGHI E CORTI

Vanno riposti sempre dentro sacchi porta abiti perché sono usati di rado.

LA CAMERA DA LETTO

Ogni mattina fate prendere aria alle lenzuola, spalancando le finestre. Poi rifate il letto. Spolverate e pulite i mobili, pulite i pavimenti e da ultimo chiudete le finestre.

Almeno 2-3 volte l’anno spostate il letto dal muro e togliete il materasso. Lavate il muro se è lavabile o passate l’aspirapolvere se non l’è. Lavate poi con grande cura tutto il letto, reti comprese, usando lo stesso prodotto usato per l’armadio nel cambio di stagione e lasciate all’aria per mezza giornata. Se possibile, mettete il materasso al sole. Il sole e l’aria asciutta sono fondamentali per eliminare gli acari. Prima di riappoggiare il letto al muro, spruzzate insetticida lungo il battiscopa e sul muro dietro il letto: eseguite quest’operazione a finestre spalancate e lasciate arieggiare bene.

Quando spostate il letto e lo lavate, è bene disinfettare e smacchiare il materasso con acqua e ammoniaca. Prima battetelo con il battipanni, delicatamente, poi passate l’aspirapolvere o la spazzola elettrica, infine spazzolate con acqua e ammoniaca (mezzo bicchiere in 2 o 3 litri d’acqua) su entrambi i lati e lungo il bordo, insistendo sulle cuciture. Lasciate asciugare all’aria tutto il giorno mettendolo in piedi, appoggiato al cassettone o alla pediera del letto.

Una volta il mese lavate con acqua e ammoniaca le pale della ventola fissata al soffitto con il lampadario e gli abat-jour. Se le avete di stoffa, prima va spazzolato bene con la spazzola elettrica per togliere la polvere, poi vanno lavate con acqua e ammoniaca e fatte asciugare, ma non al sole, per evitare che ingialliscano.