Un consiglio per lucidare tutte le parti metalliche della casa

Ecco come far brillare cromature, rame, ottone e argento.

Tutte le cromature, anche quelle dell’auto, si puliscono e diventano brillanti se si strofinano con la scorza di limone.

L’operazione è molto veloce usando acqua e ammoniaca in proporzioni di quindici parti d’acqua per una di ammoniaca; se le cromature sono molto incrostate, si può utilizzare uno straccio imbevuto di ammoniaca pura.

I rubinetti diventano scintillanti, anche se si lavano con alcol e poi si asciugano.

Per lucidare l’acciaio, potete preparare una pappetta di sale e aceto: strofinate, lasciate agire un po’ e sciacquate.

Per togliere la ruggine da oggetti d’acciaio, strofinateli con un tappo di sughero imbevuto in una pappetta di aceto e sale.

Per togliere il calcare dalle cromature, un metodo efficace è l’utilizzo di aceto e di uno spazzolino da denti vecchio per raggiungere anche i punti difficili. Molti usano bagnare con aceto e poi cospargere di bicarbonato: pare che la combinazione sia più potente dell’aceto da solo perché il bicarbonato diventa effervescente raggiungendo anche i punti più nascosti.

Ottone

Per togliere macchie dall’ottone, strofinatele con una scorza di limone.

I piccoli oggetti di ottone non verniciato perdono la patina scura mettendoli a bagno per una notte in acqua e ammoniaca in parti uguali; il mattino passateli con una paglietta d’acciaio fine o con uno spazzolino da denti. Se l’ottone è laccato, usati shampoo. Togliete le macchie ostinate sull’ottone con la pappetta di sale e aceto consigliata per togliere la ruggine da oggetti d’acciaio. L’ottone si pulisce bene anche con il dentifricio.

Argento

Il dentifricio pulisce benissimo l’argento.

In alternativa si fa una pappetta con acqua e bicarbonato e si passa con un panno, si lascia agire e si toglie con un panno di lana. Se non basta, si ripete l’operazione sfregando con energia.

Rame

Per pulire e lucidare gli oggetti di rame, basta strofinarli dolcemente, per non graffiarli, con mezzo limone intinto nel sale fino.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi