Il Tofu: un nutrimento sano e leggero

Il Tofu è un alimento altamente proteico e totalmente privo di colesterolo. È febbrifugo, regola il livello di colesterolo nel sangue, ha un buon potere assorbente rispetto alle tossine presenti nell’organismo, è rinfrescante e ben digeribile, non favorisce l’accumulo di grassi. Si ricava dalla coagulazione delle proteine disciolte nel latte di Soia con un procedimento simile a quello della produzione del formaggio. Per questo gli è stato dato l’appellativo di “formaggio di Soia” con cui il Tofu è noto in Occidente.

USI CONSIGLIATI

Per la salute

Abbassare la febbre, ecchimosi, ipercolesterolemia, mal di testa e alle orecchie, obesità, scottature, in caso di intensa attività sportiva.

In cucina

Antipasti, primi e secondi piatti in sostituzione della carne, dolci, gelati e snack.

DESCRIZIONE

Di aspetto bianco, senza odore e senza un caratteristico gusto spiccato, viene utilizzato in moltissime preparazioni alimentari. In Cina è utilizzato anche il Sofu, un particolare tipo di Tofu lasciato fermentare per qualche settimana.

La coagulazione del Latte di Soia si ottiene con l’aggiunta del nigari, un sottoprodotto della raffinazione del sale. Anche il solfato di calcio, il succo di Limone, l’aceto oppure l’acqua di mare possono essere utilizzati, in sostituzione del nigari, per la preparazione del Tofu. Tale preparazione dà origine, inoltre a un sottoprodotto solido, denominato Okara, utilizzato principalmente per l’alimentazione degli animali, o per la fabbricazione di altri prodotti naturali a base di soia.

Composizione

100 g di Tofu contengono: 12,9 g di proteine, 4,0 di grassi; 0,1 g di idrati di carbonio e producono 90 Kcal. Sono inoltre presenti sali minerali, quali calcio, ferro, magnesio ecc., oligoelementi e vitamine, appartenenti principalmente al gruppo B.

Come viene prodotto

Vengono messi a bagno per una notte dei fagioli di Soia gialla; si macinano poi fino ad ottenere una crema densa che viene cotta rapidamente a pressione. Il composto così ottenuto è posto in sacchetti di cotone ed è pressato per estrarne il latte di Soia. A questo punto viene aggiunto il caglio, ovvero il nigari. Il latte cagliato viene quindi versato in scatole forate di legno, preferibilmente di cedro, e lasciato rapprendere.

In commercio

Il Tofu ricorda nel suo aspetto il formaggio bianco delle Alpi e si trova in commercio sotto forma di panetti di consistenza leggermente variabile a seconda che si tratti di Tofu fresco o di Tofu conservato. Assicurarsi che il Tofu sia di produzione biologica. Questo perché la Soia ha un alto potere assorbente e se il terreno dove viene coltivata è trattato chimicamente, le sostanze tossiche entreranno nella composizione della pianta e quindi del Tofu stesso.

Si acquista in alcune erboristerie con reparto di alimenti biologici, nei negozi di alimenti biologici e macrobiotici, in alcuni supermercati. Assicurarsi sempre che sia di produzione biologica.

CURIOSITÀ

Per la sua alta digeribilità e l’alto contenuto proteico, il tofu era considerato il cibo dei saggi e dei mediatori. Infatti i monaci buddhisti cinesi già lo consumavano più di 1500 anni fa. Oggi, è uno degli ingredienti fondamentali della cucina macrobiotica, ma anche uno degli alimenti a base di Soia più popolari in Cina e Giappone. E’ inoltre considerato un alimento particolarmente indicato per chi segue una dieta vegetariana a basso contenuto di grassi.

IL TOFU PER STARE BENE

Preparazioni

• Tofu casalingo: lavare 250 g di fagioli gialli di Soia e metterli in una terrina ricoprendoli di acqua. Lasciare in ammollo per una notte in luogo fresco. Se sulla superficie dell’acqua si formano delle bollicine, i fagioli sono stati a bagno per troppo tempo ed è iniziata la fermentazione, si deve quindi ricominciare da principio. Nel frattempo in una pentola, portare ad ebollizione 6 tazze di acqua. Scolare la Soia, lavarla e frullarla fino ad ottenere un composto cremoso, aggiungendo 5 tazze dell’acqua bollita. Aggiungere il composto all’acqua rimasta e portare nuovamente a bollore mescolando con una spatola di legno. Quando in superficie si formerà una schiuma togliere dal fuoco. Rivestire un colapasta con un telo, metterlo sopra una pentola e versarvi il composto. Rimettere il liquido colato nella pentola (latte di Soia) sul fuoco, portare ad ebollizione e versare in una terrina. Aggiungere il succo di 2 limoni mescolando delicatamente e fare cagliare. Usando un passino fine, eliminare il liquido in eccesso e versare il composto in un colino rivestito con un telo e lasciare sgocciolare ancora. Per ottenere infine, un Tofu più solido, pressare la cagliata con un peso. Conservare in frigorifero.

• Impiastro di Tofu: avvolgere un panetto di Tofu in un telo da cucina e metterlo sotto un peso in modo da eliminare l’acqua che contiene, quindi schiacciarlo aggiungendovi il 15% di Arbi in polvere (l’Arbi è un tubero di colore scuro noto anche come Taro; si trova in vendita nell’erboristerie e nei negozi di alimenti macrobiotici, ma se non lo si trova, è possibile sostituirlo con una pari quantità di farina setacciata). Mescolare bene e utilizzare il composto come indicato nelle seguenti prescrizioni.

• Impiastro di Tofu e Zenzero: dopo aver eliminato l’acqua in eccesso, come sopra esposto, schiacciare il Tofu e amalgamarlo con il 15% di polvere di Arbi o di farina setacciata e il 5% di Zenzero fresco grattugiato. Mescolare bene prima di applicarlo sulla parte interessata.

Salute

• Abbassare la febbre: applicare delle fettine di Tofu alte circa un centimetro sulla fronte. Se la febbre fosse particolarmente alta, utilizzare l’impiastro di Tofu e Zenzero applicandolo direttamente sulla fronte e sulla testa.

• Attività sportiva, ipercolesterolemia e obesità: il Tofu è un alimento povero in calorie poiché contiene pochi grassi, è ricco in proteine e ben digeribile. Tutto ciò lo rende particolarmente indicato per gli sportivi, i bambini e le persone in sovrappeso. E’ inoltre un alimento privo di colesterolo e purine, quindi indicato in caso di arteriosclerosi, malattie di cuore e per le persone anziane. Inserire il Tofu nella dieta 2-3 volte alla settimana e con esso sostituire l’apporto proteico dato da carne e latticini.

• Ecchimosi: applicare sulla parte interessata l’impiastro di Tofu ed eliminarlo dopo circa 45 minuti. Per ottenere un maggior beneficio, è possibile ripetere l’operazione più volte.

• Mal di testa e mal d’orecchio: applicare l’impiastro di Tofu sulla testa e sostituirlo ogni mezz’ora fino a quando il dolore comincerà a diminuire. Per il mal d’orecchio, applicare l’impiastro di Tofu fino a scendere dietro alle orecchie e proseguire come per il mal di testa.

• Scottature: applicare sulla parte interessata l’impiastro di Tofu ed eliminarlo dopo circa 30 minuti. Per ottenere un maggior beneficio, è possibile ripetere l’operazione più volte.

In cucina

Il Tofu è un cibo molto versatile, di facile digestione e assimilazione. Il valore nutritivo del Tofu (in giapponese “to-fu” significa carne senza ossa) equivale, o addirittura supera, quello dei formaggi prodotti con il latte di mucca. Costituisce così un alimento completo e digeribile per tutti, dai bambini anche molto piccoli agli anziani con particolari limitazioni dietetiche.

Con il Tofu si possono preparare insolite tartine guarnite con una crema delicata a base di Tofu, ottima anche per accompagnare verdure cotte al vapore. La preparazione della crema è semplice e veloce: scottare per qualche minuto 250 g di Tofu in acqua bollente acidulata con succo di limone e leggermente salata. Frullare il Tofu aggiungendo qualche cucchiaio di liquido di cottura e, a piacere, un cucchiaio di capperi o di olive o di altri ingredienti. Con lo stesso procedimento è possibile inoltre preparare il gelato al Tofu: frullare il Tofu sgocciolato con 6 cucchiai di miele, la scorza grattugiata di un limone, 350 g di composta di Prugne; mettere nella gelatiera per 30 minuti e servire.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi