Vetri e cristalli scintillanti in pochi minuti

Ecco alcuni semplici consigli per pulire in modo naturale e rendere scintillanti vetri, cristalli, occhiali, riparare vetri graffiati, pulire giuielli e bigiotteria. In modo veloce economico e semplice avrete come nuove le vostre cose!

Vetri e cristalli

Per fare scintillare vetri, specchi e cristalli ci sono parecchi metodi, tutti economici. Eccellente è, per esempio, una miscela di acqua e ammoniaca. Un altro metodo consiste nello spruzzare sulle superfici un po’ di succo di limone, asciugare con carta o con uno straccio di lino e ripassare con carta di giornale. Un’ alternativa, adatta anche per i rubinetti, prevede il lavaggio con alcol puro. E inoltre possibile mescolare 2 bicchieri di aceto, 2 di alcol e 5 di acqua calda e riempire con questo liquido uno spruzzino. Si spruzza e si usa un foglio di giornale per pulire e lucidare. Altri metodi prevedono acqua e aceto nella proporzione di 3 a 1, oppure aceto puro. Per pulire, meglio usare usare un vecchio straccio di lino, che non lascia residui.

Occhiali

Se le lenti sono di vetro, valgono le stesse “ricette” suggerite per specchi e cristalli: acqua e aceto sono una delle soluzioni migliori, ma vanno benissimo anche un po’ di detersivo per i piatti, dello shampoo oppure del dentifricio. Quest’ultimo, per di più, impedisce che si appannino.

Vetri graffiati

Se i graffi sono leggeri, i vetri tornano come nuovi passandoli con una pezzuola su cui si è spremuto del dentifricio. Si sfrega delicatamente, poi si toglie con acqua.

Gioielli e bigiotteria

Ogni tanto potete spazzolare con dentifricio e spazzolino i gioielli d’oro, anche con pietre preziose; sciacquate bene e asciugate: torneranno splendenti. Lo stesso risultato si ottiene preparando una ciotola con ammoniaca e acqua tiepida in parti uguali e immergendovi i gioielli per una decina di minuti, strofinando con uno spazzolino e lascando asciugare senza  risciacquare. Per pulire la bigiotteria con pietre artificiali immergetela in alcol per qualche minuto, sciacquate e asciugate con uno strofinaccio di lino.