Per smacchiare gli indumenti vi diamo alcuni consigli utili

SMACCHIARE GIACCHE, PANTALONI E CAPPOTTI

Il sistema è un po’ laborioso (ma non lo è meno raccogliere i capi, portarli in tintoria e andare a ritirarli), però i risultati sono stupefacenti. Occorre tempo caldo e asciutto, uno spazio (stanza, balcone…) in cui poter appendere i capi e asciugare, parecchia carta di giornale quotidiano, una spazzola a setole semirigide pulitissime e la spazzola elettrica (facoltativa).

Preparate una soluzione di acqua (3-4 litri) e ammoniaca (circa mezzo bicchiere). Spazzolate (con la spazzola elettrica o con quella normale) con grande cura tutti i capi insistendo lungo le cuciture, rivoltando le tasche, i colli, i risvolti se si tratta di pantaloni o polsi e sbottonate tutti i bottoni togliendo eventuali martingale. Una volta eliminata tutta la polvere, bagnate la spazzola normale nella miscela di acqua e ammoniaca e spazzolate ben bene i capi dentro e fuori, con dolcezza ma insistendo lungo le cuciture, sotto le ascelle, sul collo; appendete poi ad asciugare all’ombra in luogo aerato (attenzione l’ombra è fondamentale). Quando saranno ben asciutti, appendeteli nei sacchi custodia senza stirarli, ma disponendo fogli di giornale sia sugli attaccapanni, sia sopra i capi, sia sul fondo dei sacchi.

Al momento di usarli, lasciateli all’aria aperta per un giorno o due, quindi stirateli: è sempre una sorpresa vedere che la stoffa ha ripreso vigore, appare più brillante nei colori e più gonfia e tutti i capi sembra ringiovaniti. Inoltre non rischiate di vedere svolazzare le tarme.

I COSTUMI

Per ritrovare l’anno prossimo i costumi da bagno lucidi e morbidi, immergeteli in acqua e abbondante aceto per una notte intera. Stendeteli all’ombra e lasciate che si asciughino perfettamente prima di riporli.

LE BORSE

Fate tutto quello che avete fatto per gli armadi, cernita compresa, escluso ovviamente il trattamento antitarme. Le borse di pelle vanno pulite come le scarpe e quelle di plastica vanno pulite con un detersivo leggero, di quello per lavare la lana o la seta o con shampoo. Riempitele infine di carta e chiudetele in sacchetti di stoffa.