Il cioccolato: un concentrato di virtù

E’ un gustoso mix di sostanze utili al fisico e anche alla psiche.

Sono infatti note le proprietà antidepressive del cioccolato, capace di apportare una sferzata di euforia e di energia.

Questo alimento ha origini antichissime, si parla addirittura del 600 a.C. grazie al ritrovamento di un vaso per la produzione del cioccolato nel Centro America. Il cioccolato si trova in commercio in vari tipi, con diverse sfumature di gusto, ottenute con cacao di diversa origine e diversamente trattato.

E’ un alimento veramente gustoso, le cui caratteristiche sono state spesso dibattute, in particolare l’elevato potere calorico (circa 500 calorie ogni 100 grammi) l’ha relegato al ruolo di alimento minore nella dieta. I recenti studi però ne hanno evidenziato l’importanza in un’alimentazione equilibrata. Si è scoperto che è utile nella prevenzione delle malattie cardiovascolari grazie ai polifenoli antiossidanti che potenziano le difese immunitarie. Ha un’azione sul sistema nervoso che potremmo definire eccitante e antidepressiva, un vero e proprio regolatore naturale dell’umore.

L’effetto eccitante è dovuto alla presenza di sostanze stimolanti, come la caffeina e la teobromina. La cioccolata amara, scura, sarebbe la più ricca di antiossidanti e quella con meno calorie, contenendo meno zucchero sembra la più conveniente dal punto di vista terapeutico.

Cioccolato a go-go quindi? Non bisogna esagerare, è un alimento calorico che richiede una certa moderazione nel consumo, tre o quattro quadratini al giorno è la dose consigliata dai nutrizionisti. Inoltre non è indicato in chi soffre di reflusso gastroesofageo, di calcolosi renale, di celiachia e nelle persone obese.