LANOLINA

USI CONSIGLIATI

Bellezza

Crema leggermente idratante alla Rosa, lozione solare alla Lanolina e al Sesamo, maschera per pelli secche e sensibili, maschera per pelli grasse, trattamento protettivo per le mani.

Scopri i nostri rimedi erboristici:

DESCRIZIONE

La Lanolina è un grasso di origine animale ricavato dall’untume della lana di pecora, era già conosciuto e ampiamente utilizzato sin dai tempi di Dioscoride, che già allora insegnava il modo di ricavarla dalla lana delle pecore, in seguito si ritrovano molte altre informazioni a riguardo negli scritti di Celso e di altri medici dell’antichità. Per le sue caratteristiche di grasso animale la Lanolina è da sempre impiegata nella produzione di prodotti cosmetici, come eccipienti per molte pomate e altre sostanze medicamentose, viene inoltre utilizzata per la fabbricazione di detersivi e saponi.

Caratteristiche

La Lanolina ricavata della lana di pecora, una volta sottoposta a un processo di purificazione, appare bianco-gialliccia ed emana un odore debole ma molto caratteristico, ha una consistenza piuttosto molle, simile a quella di un unguento denso e appiccicoso.

Componenti

Chimicamente la Lanolina è costituita in massima parte da colesterolo, da composti esteri del colesterolo, della colesterina e dell’ipocolesterina e da acidi grassi saturi e insaturi, si può trovare associata a molecole di acqua (forma idrata) oppure no (forma anidra); se in forma idrata contiene fino al 15-25% di acqua. Fonde a una temperatura che va dai trentacinque ai 40 °C circa, brucia liberando una fiamma piuttosto fuligginosa, è parzialmente solubile in alcool bollente, solubilissima in etere, cloroformio e solfuro di carbonio. A differenza degli altri grassi di origine animale, la Lanolina difficilmente tenda a irrancidire ed è in grado di assorbire molta acqua senza però perdere la sua consistenza e le sue proprietà, grazie a questa sua caratteristica è particolarmente adatta a sciogliere diverse sostanze medicamentose che, invece, difficilmente potrebbero incorporarsi ai grassi comuni.

In commercio

La Lanolina allo stato naturale, sottoposta agli adeguati processi di purificazione, si può acquistare facilmente in una buona farmacia o in erboristeria, poiché si tratta di un prodotto di origine animale, si raccomanda di controllare attentamente la data di scadenza, per evitare spiacevoli complicazioni dovute a possibili alterazioni subite nel periodo di conservazione. Più frequentemente la Lanolina si trova come ingrediente di prodotti cosmetici e per la pulizia del corpo, in genere su tali prodotti è riportata la composizione chimica, compresa la presenza o meno di Lanolina.

PROPRIETÀ

La Lanolina è da considerare un prodotto naturale di origine animale utilizzato da diversi secoli per i suoi particolari caratteristici. La Lanolina in realtà non possiede delle effettive proprietà medicinali e terapeutiche, infatti, non trova grande impiego come rimedio della medicina naturale, viene però notevolmente utilizzata in campo farmaceutico e cosmetico come eccipiente, da sola o con vaselina, per pomate, creme, saponi, bagnoschiuma, Doccia schiuma ecc. È inoltre impiegata nella preparazione di pillole e pastiglie, soprattutto a base di nitrato di argento, permanganato di potassio e di sodio ecc. La proprietà più importante della lanolina è di ammorbidire e nutrire la pelle, è una sostanza ricca di acidi grassi, che partecipano alla formazione del sottile strato di natura lipidica che riveste l’epidermide, è neutra perciò non altera i valori di pH della cute, non irrancidisce, in genere non dà problemi d’irritazione ed è assorbita molto rapidamente. Infine, la Lanolina è asettica, quindi non favorisce l’insorgenza d’infezioni e infiammazioni ed è in grado di ostacolare lo sviluppo di microrganismi.

Dove si acquista

Acquistare in farmacia o in erboristeria e seguire attentamente le indicazioni per l’uso.

Preparazioni

Crema base detergente: sciogliere a fuoco basso 60 ml di Lanolina, nel frattempo, a parte, riscaldare insieme 50 ml di olio mandorle dolci e 15 ml di glicerina, unire quindi gradatamente il composto di olio e glicerina alla Lanolina disciolta, mescolando continuamente. Sciogliere 0,65 ml di borace in 45 ml d’infuso scelto a piacere secondo la necessità e aggiungere poco alla volta al composto di Lanolina e glicerina continuando a rimestare, togliere dal fuoco e lasciare così raffreddare. Una volta che il composto si è raffreddato e ha raggiunto una consistenza cremosa, unire 5 ml di ossido di zinco e 5-6 gocce di olio essenziale di un prodotto appropriato. Infine, versare a cucchiaiate in vasetti di vetro o ceramica con tappo a vite o sottovuoto, applicare le etichette indicando la composizione e la data di produzione, quindi conservare in un luogo fresco e asciutto. Si ricorda che in generale le cere e gli oli vanno riscaldati separatamente e che gli ingredienti che dovrebbero poi essere amalgamati insieme devono avere tutti la stessa temperatura, altrimenti il composto potrebbe coagularsi.

Maschera per una pulizia profonda: sciogliere insieme, a fuoco lento, un cucchiaio di Lanolina e un cucchiaio di cera d’api, mescolando continuamente fino a quando non si ottiene un composto omogeneo, a questo punto togliere dal fuoco e unire poco per volta 50 ml di un infuso a piacere, continuando a mescolare fino a quando il composto non si è raffreddato. Aggiungere infine un cucchiaio di terra di Follone, mescolando fino a ottenere una crema soffice.

Bellezza

Crema leggermente idratante alla Rosa: delicata crema da giorno, adatta a tutti i tipi di pelle. Utilizzare come base la ricetta della crema detergente descritta in precedenza, aggiungere come infuso 45-50 ml di acqua di rose calda, sei gocce di olio essenziale di roseo di geranio alla Rosa e, a piacere, alcune gocce di colorante rosso per alimenti, conservare in ambiente fresco. Applicare il preparato dopo che la pelle è stata pulita e tonificata: in questo modo la crema manterrà costante il livello naturale d’idratazione della pelle, proteggendola dallo sporco e dagli agenti esterni.

Lozione solare alla Lanolina e al Sesamo: sciogliere a fuoco moderato due cucchiai di Lanolina, nel frattempo stemperare otto cucchiai di olio di Sesamo in dodici cucchiai di acqua di rose tiepida, quindi unire gradatamente alla lanolina disciolta continuando a mescolare fino a ottenere una miscela omogenea. Togliere dal fuoco, aggiungere due cucchiai di aceto di sidro, lasciare intiepidire, quindi aggiungere quattro gocce di olio essenziale di Bergamotto. Quest’ultimo aiuta la pelle a produrre melanina, una sostanza abbronzante, si consiglia di non superare le dosi consigliate, perché possono causare effetti dannosi.

Maschera per pelli secche e sensibili: seguire come base la ricetta della maschera descritta in precedenza, aggiungere come infuso 50 ml d’infuso di consolida o Altea e, infine, aggiungere un cucchiaino di semi pestati di cotogno. Applicare la maschera una volta il giorno, lasciare agire per 20-30 minuti e poi sciacquare con abbondante acqua fresca.

Maschera per pelli grasse: seguire la ricetta base, utilizzare come infuso 50 ml d’infuso di Salvia o Achillea e aggiungere alla fine qualche goccia di succo di Limone o Pompelmo e due cucchiai di semi di Finocchio macinati per desquamare la pelle morta e purificare i pori intasati da un eccesso di sebo.

Trattamento protettivo per le mani: sciogliere a fuoco basso quattro cucchiai di Lanolina e aggiungervi due manciate di fiori freschi di Sambuco, lasciare macerare per quarantacinque minuti, riscaldando la Lanolina ogni volta che si rapprende. Riportare a forma liquida e filtrare con un setaccio in un barattolo con tappo a vite, lasciare raffreddare e sigillare.

Avvertenze

Come molti ingredienti utilizzati nella preparazione di cosmetici casalinghi, la Lanolina può causare qualche reazione allergica, pertanto, per verificare eventuali reazioni, mettere una piccola quantità di prodotto su un cerotto garzato e applicarlo sulla parte interna dell’avambraccio, lasciare agire per ventiquattro ore, durante la quali ogni possibile reazione dovrebbe comparire.

CURIOSITÀ

La Lanolina è uno dei principali componenti di molti prodotti cosmetici e per la pulizia che noi tutti abbiamo in casa, è infatti un ingrediente del sapone. Quest’ultimo fa parte delle nostre abitudini igieniche da 5000 anni, quando gli uomini cominciarono a servirsi del fuoco per sacrificare animali ai loro dei. Inizialmente i nostri progenitori ottenevano il sapone mescolando con ceneri di legna i grassi animali fusi, tra cui quelli ottenuti dalla lana delle pecore.

 

it_ITItaliano

Da oggi puoi scegliere di ritirare comodamente il tuo ordine presso il “fermopoint” Bartolini più vicino a te.
Completa il tuo ordine inserendo il tuo indirizzo di consegna. Riceverai una email di BARTOLINI da cui accedere al cambio del tuo indirizzo con un punto di ritiro (Fermopoint) a tua scelta fra quelli più vicini a te.

Approfondisci

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.

Alcuni contenuti o funzionalità del sito qui presenti non sono visualizzabili a causa delle Sue preferenze sui cookie!
Ciò accade perché “%SERVICE_NAME%” utilizza i cookie che ha scelto di non attivare. Per visualizzare questo contenuto si prega di abilitare i cookie di Terze Parti: Clicca qui.